Un tuffo dove il mare è più blu - a pochi minuti da camagna

 web site

Ciauru di Sicilia

Visiting sicily and More
A diciassette spiagge siciliane le Bandiere Blu....

La Fondazione per l’educazione ambientale in Italia premia la Sicilia con 17 bandiere blu in sette località diverse, con un nuovo ingresso rispetto allo scorso anno e alcune conferme. Per la prima volta conquista la bandiera blu il lungomare di Santa Teresa di Riva nel messinese.

Nell’elenco per il secondo anno consecutivo anche le spiagge di Tusa (Lampare e Marina), di Menfi nell’agrigentino (Porto Palo Cipollazzo e Lido Fiori Bertolino) e poi nel ragusano tutto il litorale di Ispica (Santa Maria del Focallo, Ciriga I tratto, Ciriga II tratto, Ciriga III tratto), Marina di Ragusa e
a Pozzallo due spiagge (Raganzino e Pietrenere).

La Fondazione premia anche le Eolie con Lipari (Canneto e Acquacalda), Vulcano (Acque Termali e Gelso) e Stromboli (Ficogrande).

RISERVA NATURALE ORIENTATA FOCE DEL FIUME BELICE E DUNE LIMITROFE

Si estende fra Marinella di Selinunte ed il promontorio di Porto Palo, comprende il tratto terminale del fiume Belice e le vicine formazioni dunali costiere con aree periodicamente inondate dalle acque del mare. Si tratta di uno dei lembi residui, e perciò di importanza straordinaria, di quel paesaggio naturale che, in passato, doveva caratterizzare, quasi per intero, il litorale mediterraneo della Sicilia, tra i più belli dell'Isola.
Essa comprende ambienti diversi: le dune, la foce del fiume con la tipica vegetazione palustre e, nella parte più interna, la macchia mediterranea sempreverde.
In particolare, nel tratto di litorale dalle finissime sabbie che si estende tra Marinella di Selinunte e Porto Palo, siamo in presenza di un insieme naturalistico costituito da un sistema di dune costiere, alte sino a sei metri, che si estende per circa 5 km e si spinge, verso l'entroterra, anche per 70/80 metri e, quindi, di una zona fociale ricchissima di una vegetazione palustre ormai rara.

All'interno della Riserva del Belice, scorre uno dei fiumi più importanti della provincia di Trapani, il Fiume Belìce (dall'arabo Belich, nome di un castello che sorgeva probabilmente sulla confluenza tra il Belice destro e quello sinistro), che oltre ad essere il maggiore dei tre fiumi che bagnano il territorio selinuntino, è uno dei più grandi di tutta la Sicilia.

Un tempo il fiume Belice era navigabile per un lungo tratto ed infatti, fu per millenni una delle principali vie di comunicazione tra l'interno e la costa belicina. Tale funzione è evidenziata da una serie di insediamenti ritrovati lungo il suo percorso, che vanno dalla preistoria sino all'alto Medioevo.
In alcune aree depone ancora le uova la tartaruga “caretta caretta”.  

 book now


Porto Palo di Menfi a pochi km da Camagna Country House

Tra le spiagge più incantevoli e suggestive di Sicilia non poteva mancare una tra le “regine” incontrastate della stagione estiva dell’Isola: Menfi.
 La città dell’Agrigentino, infatti, con le spiagge del “Lido Fiore” e di “Capparrina”, nell’antico borgo marinaro di “Porto Palo”, viene premiata da quasi vent’anni con la “bandiera blu” del Fee, attestazione internazionale che certifica l’eccellente qualità delle acque di balneazione, dei servizi offerti ai bagnanti e che premiano così anche l’efficiente servizio di raccolta dei rifiuti urbani.



Incastonata tra la foce del “Belice” e il fiume Carboj, la frazione di Porto Palo di Menfi consente la balneazione in sicurezza anche ai più piccoli, grazie ad una lunga distesa di sabbia finissima di circa “dieci chilometri”. “Le nostre spiagge sono molto curate, dotate di ogni servizio per i bagnati e fruibili agilmente alle famiglie con bambini – commenta il sindaco di Menfi, Vincenzo Lotà – infatti anche quest’anno abbiamo ottenuto sia la bandiera blu sulla qualità del mare sia la bandiera verde, un riconoscimento promosso dai pediatri italiani che premiano le spiagge italiane a misura di bambino”.


A Porto Palo di Menfi l’accesso al mare è consentito anche ai disabili: “Ogni anno istalliamo delle passerelle in legno per consentire l’ingresso al mare anche ai disabili - aggiunge Lotà - e per questa stagione sarà possibile raggiungere la spiaggia anche di notte grazie ad una speciale illuminazione che renderà ancora più suggestiva la passeggiata sul lungomare”. Un lungomare di circa dieci chilometri che consente agli amanti della bici di rimanere in sella anche durante la stagione estiva: “Proprio davanti il mare - spiega il Primo cittadino - abbiamo istallato una pista ciclabile che lambisce il mare e che conduce verso il fiume Carboj, proprio per questo – conclude Lotà – Porto Palo di Menfi è luogo ideale anche per gli appassionati delle due ruote”.
 contact us

 prenota subito





Commenti

Post popolari in questo blog

Corso Gratuito Assaggiatore Formaggi & Zabbinata

Palermo - Capitale Italiana della Cultura 2018 - Scopri attività e eventi...